Tonino Guerra 100: stop agli eventi ma non ai ricordi: 20) il giorno in cui la Mostra del cinema di Venezia gli renderà l’omaggio più bello
Set04

Tonino Guerra 100:
stop agli eventi
ma non ai ricordi:
20) il giorno in cui
la Mostra del cinema
di Venezia gli renderà
l’omaggio più bello

Poteva la Mostra del Cinema di Venezia ignorare il centenario della nascita di Tonino Guerra? Se, per uno di quei paradossi che piacciono agli scrittori di fantascienza, si potessero cancellare di colpo tutte le sue sceneggiature – o anche solo le invenzioni che hanno arricchito i copioni di tanti film italiani dagli anni Cinquanta in poi – il cinema nazionale ne uscirebbe talmente monco e impoverito da risultare probabilmente...

Leggi
A Valsinni, sulle tracce di Isabella: un romantico borgo lucano, un’anima poetica, un mito verde
Set02

A Valsinni, sulle tracce di Isabella:
un romantico borgo lucano,
un’anima poetica, un mito verde

Un giorno incontrai, all’ombra di un castello che domina la valle del fiume Sinni, una donna che nei caldi giorni caldi d’estate accoglie i viaggiatori curiosi di cultura e natura: siamo proprio alle porte d’ingresso del Pollino, regno del pino loricato, l’albero-simbolo originario dei Balcani e qui emigrato nelle lontane epoche glaciali. Aveva 70 o 500 anni, questa donna, vestiva di scuro e nascondeva il capo con un lungo scialle...

Leggi
Tonino Guerra 100: stop agli eventi ma non ai ricordi: 19) il vescovo rievoca il giorno in cui Tonino pose le sue radici in un popolo d’onore
Ago31

Tonino Guerra 100:
stop agli eventi
ma non ai ricordi:
19) il vescovo rievoca
il giorno in cui Tonino
pose le sue radici
in un popolo d’onore

Dall’archivio dell’Associazione Tonino Guerra, in Pennabilli, affiora questa garbata e ironica lettera a Tonino, datata Ferrara 13.11.2010, a firma dell’allora arcivescovo di Ferrara-Comacchio, monsignor Paolo Rabitti, già vescovo di San Marino e Montefeltro dal 1995 al 2004 con sede a Pennabilli (l’antica Penna). Evocando la poetica invenzione di Tonino dell’Angelo con i baffi (link), monsignor Rabitti scriveva: “Al carissimo...

Leggi
P come Polistampa: la casa editrice sbocciata nel fango dell’Arno
Ago25

P come Polistampa:
la casa editrice sbocciata
nel fango dell’Arno

Correva l’anno 1966, il fiume Arno sprofondava una buona parte degli antichi manoscritti fiorentini nelle sue acque melmose risparmiando una piccola tipografia nata da appena un anno. In questa atmosfera, come il fiore di loto cresce nel fango, sbocciava a Firenze Polistampa. L’ allora ventenne Mauro Pagliai (oggi nella foto d’apertura), nato in una famiglia di umili pastori, motivato dal fuoco di un’innata propensione verso...

Leggi
Il viaggio di Ilario Cuoghi tra cattedrali di carta che non bruciano, ma illuminano i nostri strani giorni
Ago22

Il viaggio di Ilario Cuoghi
tra cattedrali di carta che
non bruciano, ma illuminano
i nostri strani giorni

Ho rivisto a Genova i miei genitori dopo tre mesi. Io e papà Ilario ci scambiavamo telefonate e messaggi su WhatsApp mostrandoci reciprocamente i disegni fatti a casa nei giorni della clausura. Io pittore e lui scultore, per una strana coincidenza, ci siamo disciplinati e abbiamo redatto due diari per immagini. Io ho dipinto piccoli acquerelli che sembravano illustrazioni per i sussidiari, Ilario invece ha disegnato, in un viaggio...

Leggi
Riaccendiamo il motore del turismo e l’Italia tutta si salverà
Ago19

Riaccendiamo il motore
del turismo
e l’Italia tutta si salverà

  Salimmo sù, el primo e io secondo, tanto ch’i’ vidi de le cose belle che porta ’l ciel, per un pertugio tondo. E quindi uscimmo a riveder le stelle Dante Alighieri Immaginate di essere al cinema a vedere un interessante film sull’Europa che verrà dopo aver superato l’emergenza sanitaria: un film fatto di storie e dati essenziali, di domande e risposte autorevoli, settore per settore. Vi scorrono i titoli di testa: scoprirete...

Leggi
Tonino Guerra 100: stop agli eventi ma non ai ricordi: 18) il giorno in cui mi disse: “Amico poliziotto, scrivi le tue storie gigantesche”
Ago17

Tonino Guerra 100:
stop agli eventi
ma non ai ricordi:
18) il giorno in cui
mi disse: “Amico
poliziotto, scrivi le tue
storie gigantesche”

Caro Salvatore, fu un episodio drammatico a portare la mia strada a incrociare quella di Tonino Guerra. E a tutt’oggi considero quell’incontro uno dei più significativi della mia vita. La notte tra il 23 e il 24 gennaio del 1978 rimasi vittima di un’imboscata nella periferia di Roma. Ero appena rientrato da New York, dove ero andato per sviluppare indagini con la DEA (Drug Enforcement Administration). Il mio lavoro...

Leggi
Nel mondo antico di Pianaccio per riscoprire un maestro attuale: Enzo Biagi
Ago15

Nel mondo antico di Pianaccio
per riscoprire
un maestro attuale: Enzo Biagi

Leggo con piacere sul Corriere della Sera: “Una volta Enzo Biagi raccontò a Salvatore Giannella: «Ammetto di aver un debole per la gente normale, quella che festeggia gli anniversari, crede ai proverbi, ha una busta paga modesta, pratica l’antica arte del risparmio…»”. Per la seconda volta in due mesi il quotidiano di via Solferino mi gratifica, a firma di Giangiacomo Schiavi, di una citazione nei testi di due dei suoi migliori...

Leggi
L’anima mapuche di Sepúlveda, indomito nipote di Angela, nonna italiana che in Patagonia aveva conosciuto l’amore
Ago08

L’anima mapuche di Sepúlveda,
indomito nipote di Angela,
nonna italiana che in Patagonia
aveva conosciuto l’amore

Neanche ventenne, Angela s’imbarca. Il coraggio della fame e la fame di futuro più qualche fagotto caricati su una nave, dalla Toscana alla Liguria: destinazione Argentina. Sono i primissimi anni del Novecento. Biglietto di sola andata, probabilmente un Genova-Buenos Aires, non come l’andata e ritorno dei più benestanti italiani, per esempio Edmondo De Amicis che raccontò la sua traversata della stessa tratta sul piroscafo Galileo nel...

Leggi
Tonino Guerra 100: stop agli eventi ma non ai ricordi: 17) il giorno in cui  Zavoli lo salutò con parole eterne
Ago06

Tonino Guerra 100:
stop agli eventi
ma non ai ricordi:
17) il giorno in cui
Zavoli lo salutò
con parole eterne

Cari lettori, voglio aggiungere una nota personale all’addio a Sergio Zavoli, il padre nobile del giornalismo d’inchiesta, non solo in tv, scomparso a 96 anni a casa sua a Trevignano (Roma). A questo cronista modello e galantuomo mi univano collaborazioni in comune (a Oggi rispondeva ai PERCHÉ dei lettori) e conoscenze in comune (Tonino Guerra su tutti: con lui nella foto d’apertura, di Chiamamicittà, alla Mostra del Cinema di Venezia...

Leggi
Ieri vincitore del premio Rotondi, domani Osanna direttore dei musei italiani
Ago04

Ieri vincitore del premio Rotondi, domani
Osanna direttore dei musei italiani

Il soprintendente di Pompei, protagonista di un riscatto che rende orgogliosi gli italiani, è stato scelto dal ministro dei Beni culturali Dario Franceschini alla guida del patrimonio museale italiano dal 1* settembre. Nella lettera ai giurati del Montefeltro un anno fa aveva indicato le linee guida della futura sfida. A SEGUIRE: l’eroe che abita nella mente di Osanna Ogni anno, a gennaio, direttori di prestigiosi musei di mezza...

Leggi
Tonino Guerra 100: stop agli eventi ma non ai ricordi: 16) il giorno in cui conquistò il cuore di medici e infermieri
Ago01

Tonino Guerra 100:
stop agli eventi
ma non ai ricordi:
16) il giorno in cui
conquistò il cuore
di medici e infermieri

Penso a Tonino Guerra e ai medici e infermieri premiati in questo periodo dal capo dello Stato Sergio Mattarella e mi viene in mente una giornata particolare. Rimini, Palacongressi, dal 20 al 23 maggio 2007, allorché partecipai al 13° Congresso nazionale della Società italiana di neonatologia. Direte voi: che c’entra Tonino Guerra, un poeta del cinema, con medici e infermieri pediatrici? C’entra, c’entra e vi racconto perché, grazie...

Leggi
Regione Puglia apre le strade all’arte: 4 milioni di euro varati per interventi di Street Art
Lug27

Regione Puglia apre le strade
all’arte: 4 milioni di euro varati
per interventi di Street Art

La Puglia continuerà a incantare regalando a cittadini e visitatori nuove opere d’arte e inaspettati percorsi: sono ancora su carta, e nelle menti di artisti e amministratori, le gallerie a cielo aperto che prenderanno forma grazie a interventi di arte pubblica finalizzati a riqualificare le aree meno “in” e conosciute del territorio. Nominata per la seconda volta “regione più bella del mondo” con il premio “Best value travel...

Leggi
Italiani che hanno cambiato il mondo: 1) la Francia. Alberto Toscano ci guida sui sentieri del genio italico
Lug24

Italiani che hanno cambiato
il mondo: 1) la Francia.
Alberto Toscano ci guida
sui sentieri del genio italico

Caro Alberto, la lettura del tuo stimolante libro Gli italiani che hanno fatto la Francia (Baldini & Castoldi, 2020) ha mosso miei ricordi e innescato un’iniziativa intrigante che proporrò a puntate in futuro alla comunità di Giannella Channel. I ricordi Ne scelgo due, che ti proietto come diapositive immaginarie: Venezia 1987, dopo il vertice in laguna dei Grandi della Terra, a Palazzo Grassi arriva – ospite di Gianni Agnelli –...

Leggi
Tonino Guerra 100: stop agli eventi ma non ai ricordi: 15) il giorno in cui fece cadere la pioggia sulla riviera bollente
Lug19

Tonino Guerra 100:
stop agli eventi
ma non ai ricordi:
15) il giorno in cui
fece cadere la pioggia
sulla riviera bollente

Mai come nei giorni del coronavirus ho pensato al mio vecchio amico Tonino Guerra: avrei voluto tanto tornare a Pennabilli, sopra Santarcangelo, alla sua “casa dei mandorli” e vedere anche la sua dolcissima moglie Lora nei giorni del centenario della sua nascita, ma il contagio mi ha bloccato a Bologna. Mi è dispiaciuto moltissimo non essere riuscito a tornare, per l’occasione, in quel luogo incantato cui dedicò anche un versetto in...

Leggi
Tonino Guerra 100: stop agli eventi ma non ai ricordi: 14) il giorno in cui assistetti all’incontro tra due grandi italiani:  Tonino ed Enzo Biagi
Lug12

Tonino Guerra 100:
stop agli eventi
ma non ai ricordi:
14) il giorno in cui
assistetti all’incontro
tra due grandi italiani:
Tonino ed Enzo Biagi

Due grandi italiani a confronto: Enzo Biagi e Tonino Guerra. È più che un’emozione assistere a un dialogo serrato tra due maestri della parola, del racconto, della vita. A me è rimasto dentro quel momento lungo, interminabile che lascia un segno indelebile nella memoria della mente e del corpo. Una tappa della vita indifferente alla storia dove perdono significato gli archetipi di spazio e tempo, che si carica di potenza e valenza...

Leggi
Ciao nonna Manu, hai visto? Sono tornati gli arcobaleni
Lug08

Ciao nonna Manu, hai visto?
Sono tornati gli arcobaleni

Le nonne e i nonni che seguono assiduamente i nipoti tra gli zero e i quattordici anni sono, in Italia, oltre dieci milioni di “anziani attivi”. Il loro fatturato “virtuale” è di 24 miliardi di euro annui. Attori silenziosi di un welfare familiare che integra e spesso sostituisce i servizi per l’infanzia Ci siamo riabbracciati dopo quattro mesi, noi eravamo chiusi in Romagna loro a Milano. Quattro mesi in cui ho capito che cos’è la...

Leggi
Quando Ennio Morricone scelse il trombettiere maestro di mio padre per il film “Per un pugno di dollari”
Lug06

Quando Ennio Morricone scelse
il trombettiere maestro di mio padre
per il film “Per un pugno di dollari”

Ho condiviso con milioni di cittadini, italiani e non, la tristezza per la scomparsa di Ennio Morricone, che ha vestito con la musica i racconti più straordinari al cinema. Rileggere le sue note biografiche mi ha fatto affiorare alla mente un ricordo che mi riconduce a mio padre, Giacomo, che durante la Seconda guerra mondiale era arruolato nella Divisione Bologna combattente in Libia, come sergente e trombettiere, numero di matricola...

Leggi
E Paola Perego mi indicò la sua eroina: Teresa Vio, mamma-coraggio
Lug03

E Paola Perego
mi indicò la sua
eroina: Teresa Vio,
mamma-coraggio

Cara Paola, c’è stato un tempo in cui portavi negli studi di RaiUno gli eroi di tutti i giorni, quelle persone che, all’oscuro delle cronache, aiutano il prossimo. Persone che privilegiano il verbo dare, invece che prendere. Se dovessi indicare il tuo, di eroe, quale nome oggi faresti? “Premesso che i miei eroi sono i genitori che si danno da fare in mezzo alla crisi, fanno studiare i figli e quadrare i conti in casa, il nome che ti...

Leggi
Tonino Guerra 100: stop agli eventi ma non ai ricordi: 13) il giorno in cui capii come nacque l’urlo in Amarcord “Voglio una donna!”
Giu27

Tonino Guerra 100:
stop agli eventi
ma non ai ricordi:
13) il giorno in cui
capii come nacque
l’urlo in Amarcord
“Voglio una donna!”

Caro Salvatore, da anni mi interesso alla figura di Federico Fellini. Cerco nei suoi film i richiami alla sua infanzia riminese e, essendo suo concittadino, anche alla mia. Per il centenario della sua nascita avevo preparato una sua biografia “bambina”, fatta di personaggi e di luoghi che ancora mi sembra (o forse mi illudo) di vedere tutti giorni quando cammino per strada. Da tempo, tuttavia, mi accorgo che se si vuole davvero...

Leggi
Portiamo i grandi della nostra cultura come ambasciatori italiani all’estero
Giu24

Portiamo i grandi
della nostra cultura
come ambasciatori
italiani all’estero

Caro Salvatore, ti chiedi e ci chiedi (a noi della comunità di lettori del tuo blog), a proposito della “ripresa”, da dove andremo a ricominciare: ecco, io porto il mio personale contributo indicandoti, sulla base della mia esperienza, che una delle strade da intraprendere è quella di portare ancora la ricchezza della nostra cultura come ambasciatrice nel mondo, come un piccolo contributo costituto dal lavoro dei nostri...

Leggi
“Eravamo un anziano, un bambino, un carcerato malato e tu ci hai insegnato a fare poesia”
Giu21

“Eravamo un anziano, un bambino,
un carcerato malato e tu
ci hai insegnato a fare poesia”

Caro Giannella Lei si chiede, nel sottotitolo del blog, da dove andremo a ricominciare dopo questo periodo triste e io le rispondo che forse dobbiamo ripartire dalla poesia e dagli anziani: la poesia perché è in grado di stemperare e lenire le sofferenze, gli anziani perché sono le nostre radici, la nostra storia. Da loro abbiamo ereditato la tradizione e il senso di appartenenza a una patria; le loro testimonianze rappresentano un...

Leggi
Romagna e Chiloè, parole e mondi tornano a unirsi sul nostro blog
Giu18

Romagna e Chiloè,
parole e mondi
tornano a unirsi
sul nostro blog

Caro lettore, un mese fa avevo riportato sul mio blog la mia intervista rilasciata al Corriere di Romagna sull’amicizia tra Tonino Guerra e Luis Sepùlveda, con sullo sfondo il naufragio a lieto fine di un marinaio riminese (Lorenzo Boldrini) avvenuto nel 1860 nell’oceano di Chiloè, arcipelago della Patagonia cilena. Un mondo alla fine del mondo (12.513 chilometri separano quell’isola dalla riviera adriatica) dove nel 1992 i...

Leggi
Tonino Guerra 100: stop agli eventi ma non ai ricordi: 12) il giorno in cui giocò con la mia Gatta Danzante
Giu15

Tonino Guerra 100:
stop agli eventi
ma non ai ricordi:
12) il giorno in cui
giocò con la mia
Gatta Danzante

Caro Salvatore, Tonino Guerra aveva scoperto il mio Quasi Orto nel Montefeltro e veniva volentieri a trovarmi, in quel Borgo del Sole e della Luna che è Petrella Guidi, nella valle del Marecchia. Le sue visite avevano l’intensità di una visita papale: lui accarezzava le cose, gli oggetti: un vecchio vaso, un muretto cadente, un cancelletto agonizzante: celebrava il valore delle piccole cose. Magicamente i suoi sentimenti...

Leggi
A Rimini si spegne Publiphono, la “voce” della spiaggia che lanciò Sergio Zavoli. In 70 anni ha fatto ritrovare 130 mila bambini che si erano smarriti nella selva degli ombrelloni
Giu13

A Rimini si spegne Publiphono,
la “voce” della spiaggia che lanciò
Sergio Zavoli. In 70 anni
ha fatto ritrovare 130 mila bambini
che si erano smarriti
nella selva degli ombrelloni

Questa estate non sentiremo in riviera, da Rimini a Ravenna, la radio della spiaggia: Publiphono. Quanti di noi ricordano quella voce rassicurante che, miscelata a canzoni intramontabili delle estati all’italiana, ti raggiungeva sotto l’ombrellone: “È stato smarrito un bambino che indossa un costumino rosso…”, cadenzava la voce rassicurante di Liliana, la mamma-vigile della Riviera. Per più di 130 mila volte questi...

Leggi
Dall’aeroplanino Tinin, papà creativo di Dodò e del presepe sulle barche a Cesenatico, saluta per l’ultima volta la sua gente e la riviera
Giu11

Dall’aeroplanino Tinin, papà creativo di Dodò
e del presepe sulle barche a Cesenatico,
saluta per l’ultima volta la sua gente e la riviera

La Riviera romagnola, nel suo anno più difficile, perde due¹ simboli del suo ammaliante e generoso mosaicoPROSSIMAMENTE: «E a Rimini si spegne Publiphono, la “voce” della spiaggia che lanciò Sergio Zavoli. In 70 anni ha fatto ritrovare 130 mila bambini che si erano smarriti nella selva degli ombrelloni». Si è spenta, in questi giorni di cauta ripartenza, la voce di Tinin Mantegazza, artista, illustratore e scenografo, giornalista...

Leggi
I casi Regeni e Zaki: in un nuovo mondo verità e giustizia non sono parole sovversive
Giu06

I casi Regeni e Zaki:
in un nuovo mondo
verità e giustizia non
sono parole sovversive

Che il Covid, quando avrà deciso di andarsene, lascerà un mondo diverso, cambiato, forse in meglio, non sembra sostenibile sulla base di precedenti storici, o indizi reali, ma resta il mantra del nostro tempo. Il dubbio è che si tratti di una fugace reazione spontanea per dare un senso, se non un risarcimento alle sofferenze imposte dalla pandemia a tanta parte dell’umanità. E non di una raggiunta consapevolezza circa la necessità di...

Leggi
Tonino Guerra 100: stop agli eventi ma non ai ricordi: 11) il giorno in cui mi regalò la sua gigantesca anima
Giu04

Tonino Guerra 100:
stop agli eventi
ma non ai ricordi:
11) il giorno in cui
mi regalò la sua
gigantesca anima

Come faccio a raccontare un solo giorno trascorso con Tonino, ho passato la mia intera vita con lui, allora racconto il primo e l’ultimo giorno che l’ho visto. Il primo veramente non me lo ricordo. Ero così giovane, 18 anni. Non ero consapevole dell’importanza di quell’incontro e non è rimasto nella mia memoria. Come quando con Michelangelo abbiamo passato la frontiera cinese, nel 1972, per andare a girare il...

Leggi
Elena Sofia Ricci ha un legame con l’arte che viene da lontano
Giu01

Elena Sofia Ricci ha
un legame con l’arte
che viene da lontano

L’attrice Elena Sofia Ricci ha un tesoro in famiglia, un tesoro discreto quanto il suo cognome con cui fu registrata all’anagrafe di Firenze alla sua nascita, il 29 marzo 1962: Elena Sofia Barucchieri. La protagonista indiscussa della stagione televisiva con Vivi e lascia vivere su Rai 1 (una media di oltre sei milioni di spettatori, prossimo impegno impersonare Rita Levi Montalcini, sempre su Rai1) e che ricopre ruoli in primo piano...

Leggi
Il libro Green Nation Revolution per la generazione Greta: Terra, istruzioni per un miglior uso
Mag23

Il libro Green Nation Revolution
per la generazione Greta:
Terra, istruzioni per un miglior uso

I governi mondiali, alle prese con l’emergenza coronavirus, prendono tempo nel contrastare l’emergenza climatica. Un tempo che l’umanità non ha, visto che il Doomsday clock, l’Orologio dell’Apocalisse gestito dagli scienziati statunitensi a Chicago è a 100 secondi dalla fine, fonti: BBC, gennaio 2020; e libro di Maria Rita Parsi e Salvatore Giannella “Manifesto contro il potere distruttivo”, Chiarelettere, 2019). Per...

Leggi
graziano-pozzetto-frutti-dimenticati

Non perderti nulla

Iscriviti a "Nel mese", la newsletter 
con le migliori pubblicazioni
di Giannella Channel

La tua iscrizione è andata a buon fine. Grazie!