La dichiariamo dottoressa in legge grazie alla sua tesi su guardie e ladri d’arte
Mar07

La dichiariamo dottoressa
in legge grazie alla sua tesi
su guardie e ladri d’arte

Il mio viaggio parte da un torrione del XVII secolo a Cassina de’ Pecchi, sul Naviglio Martesana a est di Milano, sede dal 2015 del MAIO, Museo dell’Arte in Ostaggio e delle Grafiche visionarie. Al secondo piano un suggestivo percorso conduce attraverso una riproduzione della “lista” delle 1.651 opere d’arte (divise per regione) trafugate e oggi “prigioniere di guerra”, con ogni probabilità ancora disseminate per la Germania,...

Read More
Storie di tesori culturali sottratti dai nazisti agli ebrei. Protagonisti Max Beckmann, Juan Gris, Paul Klee, Camille Pisarro
Gen16

Storie di tesori culturali
sottratti dai nazisti agli ebrei.
Protagonisti Max Beckmann,
Juan Gris, Paul Klee, Camille Pisarro

Pochi mesi fa la redazione di Artribune* ci aveva raccontato la bella storia che aveva interessato la Neue Galerie di New York, museo per l’arte tedesca e austriaca che aveva, anche grazie all’interessamento del suo cofondatore Ronald S. Lauder, restituito e poi ricomprato ai legittimi proprietari, la famiglia Hess, un’opera che era stata acquisita in maniera poco chiara durante la Seconda Guerra Mondiale. Lauder, patron della famosa...

Read More
Monza, recuperate dai carabinieri tre importanti opere trafugate dai nazisti
Ott06

Monza, recuperate
dai carabinieri
tre importanti opere
trafugate dai nazisti

Sono stati presentati e poi assegnati alla Pinacoteca di Brera a Milano tre importanti dipinti del Quattrocento recuperati dai Carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale di Monza, guidati dal capitano Francesco Provenza. Si tratta della «Madonna con Bambino» attribuita a Cima da Conegliano, della «Trinità» di Alessio Baldovinetti e del «Gesù al Tempio» di Girolamo dai Libri appartenuti alla famiglia Borbone-Parma. Dopo le...

Read More
I monumenti di Arquata del Tronto, nelle Marche, prima delle scosse, nel censimento fatto dal futuro “salvatore dell’arte”, Pasquale Rotondi
Set24

I monumenti di Arquata del Tronto,
nelle Marche,
prima delle scosse, nel censimento fatto
dal futuro
“salvatore dell’arte”, Pasquale Rotondi

Il paese marchigiano di rara bellezza in provincia di Ascoli Piceno era stato, nel 1936, al centro della studiosa attenzione dell’allora ispettore della Soprintendenza di Ancona: dell’uomo cioè che, tre anni dopo, sarebbe diventato Soprintendente delle Marche e coordinatore dell’”Operazione Salvataggio” dei principali tesori culturali italiani nel Montefeltro marchigiano (Sassocorvaro, Carpegna e Urbino). Rotondi conosceva bene la...

Read More
Gli 007 dei Carabinieri riportano in Italia da Ginevra 45 casse di reperti romani ed etruschi trafugati
Mar09

Gli 007 dei Carabinieri riportano
in Italia da Ginevra 45 casse
di reperti romani ed etruschi trafugati

(Roma) Sono già in Italia centinaia di eccezionali reperti etruschi e romani sequestrati a Ginevra. Erano conservati in 45 casse in depositi di proprietà del mercante inglese Robin Symes che è stato arrestato in Inghilterra. L’indagine compiuta dal Nucleo Tutela Beni culturali dei Carabinieri è partita a marzo 2014. La notizia è pubblicata dal quotidiano britannico The Telegraph. Il giudizio del tribunale svizzero ha consentito di...

Read More
La Svizzera stanzia 2 milioni di franchi per scovare i bottini dei nazisti
Feb16

La Svizzera stanzia 2 milioni di franchi
per scovare i bottini dei nazisti

(Berna) Il Ministero della Cultura svizzero stanzierà 2 milioni di franchi svizzeri nel prossimo quinquennio per incoraggiare i musei a indagare sulla provenienza delle opere nelle loro collezioni. Secondo un rapporto federale del 2011, su 326 musei che hanno risposto a un sondaggio, 25 stimano di possedere opere che potrebbero essere frutto delle spoliazioni naziste. Il sussidio del Governo sarà assegnato tramite concorso e le...

Read More
Il Maio di Cassina, Museo dell’arte rubata, attira l’attenzione in Italia. Parola dell’agenzia di stampa cinese e del nostro Tg3
Dic31

Il Maio di Cassina, Museo dell’arte rubata,
attira l’attenzione in Italia. Parola
dell’agenzia di stampa cinese e del nostro Tg3

Milano – 17 dicembre Un museo recentemente inaugurato in Italia ha raccolto la documentazione di centinaia di tesori culturali di grande valore che ancora oggi sono prigionieri di guerra in qualche parte del mondo dalla fine della Seconda guerra mondiale. I visitatori del MAIO (Museo dell’Arte in Ostaggio) a Cassina de’ Pecchi, nell’Italia settentrionale, sono guidati in una visita anche tra immagini interattive di 1.650...

Read More
Il Maio di Cassina, Museo dell’arte rubata, attira l’attenzione in Italia
Dic26
Read More
Quei tesori d’Italia che intrigano gli Indiana Jones
Ott31

Quei tesori d’Italia
che intrigano
gli Indiana Jones

Come per i direttori dei musei italiani venuti dall’Europa, sono anche nomi europei che corrono da qualche mese sulla bocca dei cacciatori italiani di tesori sepolti. Il primo è quello di Cliff Massey, 86 anni, che dopo la pensione s’è dedicato a una sua antica passione: perlustrare le campagne inglesi con un metal detector alla ricerca di qualche tesoro. E la fortuna gli è stata amica, perché mentre stava camminando nel campo di...

Read More
A Cassina, alle porte di Milano, ha aperto il MAIO, il Museo dell’Arte in Ostaggio
Mag25

A Cassina, alle porte di Milano, ha aperto il MAIO, il Museo dell’Arte in Ostaggio

Ha aperto sabato 16 maggio a Cassina de’ Pecchi, alle porte di Milano, in un antico torrione seicentesco restaurato, il MAIO, Museo dell’Arte in Ostaggio. Un piccolo ma suggestivo museo ideato dal giornalista e scrittore Salvatore Giannella che vuole sollecitare memorie e azioni per recuperare le 1.651 opere «ancora prigioniere di guerra» trafugate in gran parte dai nazisti durante l’ultimo conflitto mondiale. Tra i tanti...

Read More
CHI LI HA VISTI? I primi 60 tesori d’arte di Firenze ancora prigionieri di guerra
Feb26

CHI LI HA VISTI? I primi 60 tesori d’arte di Firenze ancora prigionieri di guerra

Continua la campagna di Giannella Channel per ritrovare il patrimonio artistico disperso all’epoca della Seconda guerra mondiale: a fine testo altri link utili, pubblicati in precedenza. In questa puntata, grazie alle testimonianze scritte e visive raccolte nella Siviero’s list, le prime 60 opere razziate e mai tornate a Firenze. Nella prossima puntata, gli altri tesori fiorentini che ci auguriamo possano tornare ai legittimi...

Read More
L’italiano che ha salvato l’arte dell’Olocausto
Gen29

L’italiano che ha salvato l’arte dell’Olocausto

Roberto Malini è tra coloro che operano affinché si conservi la memoria della tragedia dei campi di sterminio. Amante della pittura, si è trasformato in un instancabile cacciatore di quadri dipinti prima, durante e dopo la persecuzione dei nazisti contro gli ebrei, alcuni di grande valore artistico e tutti profondamente emozionanti Per ricostruire le storie degli eroi sconosciuti che, a rischio della vita, hanno salvato l’arte dalle...

Read More
Chi li ha visti? I tesori d’arte della Toscana ancora prigionieri di guerra
Gen10

Chi li ha visti? I tesori d’arte della Toscana ancora prigionieri di guerra

Continua la campagna di Giannella Channel per ritrovare il patrimonio artistico disperso all’epoca della Seconda guerra mondiale: a fine testo altri link utili, pubblicati in precedenza. In questa puntata, grazie alle testimonianze scritte e visive raccolte nella Siviero’s list, le opere razziate e mai tornate in Toscana: in ordine alfabetico, a Buonconvento di Siena, Camaiore di Lucca, Chianciano (Siena), Grosseto, Lucca,...

Read More
Chi li ha visti? I tesori di Piemonte e Lombardia ancora prigionieri di guerra
Dic15

Chi li ha visti? I tesori di Piemonte e Lombardia ancora prigionieri di guerra

Sono tornato a Firenze per rivisitare un singolare museo: la Casa Siviero, sul lungarno Serristori, nel quartiere di Oltrarno. Nel mio libro, Operazione Salvataggio (Chiarelettere) dedico a questo 007 dell’arte un capitolo perché al suo nome è legato il recupero di molte opere d’arte trafugate illegalmente dall’Italia durante la Seconda guerra mondiale. Alla sua scomparsa nel 1983 donò la casa con la collezione di opere...

Read More
Sergio Romano elogia Giuseppe Bottai, paladino della cultura: “Era convinto che il nostro patrimonio fosse la prova dell’esistenza di una nazione italiana”
Dic11

Sergio Romano elogia Giuseppe Bottai, paladino della cultura: “Era convinto che il nostro patrimonio fosse la prova dell’esistenza di una nazione italiana”

Caro Romano, in un incontro di Bookcity dedicato agli eroi che riportarono a casa i tesori d’arte di Milano, è stato evocato un suo prezioso libretto (L’arte in guerra) che fa capire perché l’arte possa essere amata, ma anche odiata, conquistata… “Per le opere d’arte italiane va distinto il periodo pre e post-armistizio. Nel ’37 arrivò a Roma, per fare acquisti, Filippo d’Assia. La prima richiesta fu quella del Discobolo di Mirone,...

Read More
Prossimamente incontro i lettori
Ott27

Prossimamente incontro i lettori

Salvatore Giannella, autore del libro “Operazione Salvataggio. Le storie degli eroi sconosciuti che hanno salvato l’arte nelle guerre” (Chiarelettere, 2014) incontra i suoi lettori a: BELLINZAGO LOMBARDO (Milano), martedì 28 ottobre, c/o cinema Arcadia. PAESTUM (Salerno), sabato 1° novembre, ore 16, in occasione della tavola rotonda pomeridiana su “I salvataggi nelle guerre” (all’interno delle Giornate della Borsa Mediterranea...

Read More
La Venere di San Giovanni in Perareto torna a Rimini dopo mezzo secolo
Ott07

La Venere di San Giovanni in Perareto torna a Rimini dopo mezzo secolo

Dopo 50 anni il Museo di Rimini ha finalmente ottenuto la restituzione del bronzetto della Venere di San Giovanni in Perareto (località a nord della città romagnola, dove il reperto fu trovato nel 1941), rubato, insieme ad altri reperti archeologici provenienti dal territorio riminese, nella notte tra il 27 e 28 agosto 1962. Il bronzetto rappresenta una piccola Venere pudica alta 18 centimetri e risalente al primo secolo d.C....

Read More
L’italiano che ha salvato l’arte dell’Olocausto
Set14

L’italiano che ha salvato l’arte dell’Olocausto

Nei giorni in cui Milano si anima anche per il festival internazionale di cultura ebraica “Jewish and the City”, fino a martedì 16 settembre, voglio raccontarvi la storia straordinaria di un italiano che, viaggiando in mezzo mondo e con l’aiuto della rete, è riuscito a recuperare (e a donare al Museo della Shoah a Roma) oltre 170 opere di artisti vittime dell’Olocausto. Il protagonista si chiama Roberto Malini, abita a...

Read More
Fu trafugata dai nazisti nel 1943, la “Carica dei bersaglieri” torna alla Garibaldi
Ago16

Fu trafugata dai nazisti nel 1943, la “Carica dei bersaglieri” torna alla Garibaldi

I lettori di Giannella Channel sanno dell’appello lanciato anche attraverso il mio nuovo libro (“Operazione Salvataggio. Le storie degli eroi che hanno salvato l’arte dalle guerre”, edito da Chiarelettere) perché non siano dimenticate le oltre 1.600 opere d’arte ancora prigioniere di guerre: rubate dai nazisti durante la seconda guerra mondiale, non sono più tornate ai musei e alle famiglie di legittima...

Read More
Quei 1.653 tesori rubati da Hitler e ancora prigionieri di guerra
Giu15

Quei 1.653 tesori rubati da Hitler
e ancora prigionieri di guerra

Il giallo sollevato dal mio libro e sottolineato dallo storico dell’arte Tomaso Montanari. Il capitolo sui capolavori scomparsi. E, da Michelangelo a Canaletto, da Raffaello a Tiziano e a Stradivari, il museo virtuale con le opere rubate dai nazisti: la prima puntata della serie completa, regione per regione, autore per autore. Una iniziativa speciale di Giannella Channel che rivolge un appello: “Chi li ha visti?” Dopo Sette (link),...

Read More