Prof disabile salvata dagli alunni.
Leggete qui, ne vale la pena:
Napoli non è solo sangue e odio

Good news

testo di Giancarlo Santalmassi*

Il quotidiano Metropolis, in edicola lunedì 14 maggio, racconta la vicenda di una docente di 50 anni dell’istituto Ernesto Cesaro di Torre Annunziata (Napoli). Tra l’insegnante, che è disabile per problemi motori, e gli studenti (nella foto d’apertura, dell’Agenzia ANSA, con la preside Rita Iervolino) c’è un legame speciale. La sua assenza, senza preavviso e di alcuni giorni, aveva messo in allarme i ragazzi.

Del resto, lei non mancava mai a scuola. Anche quando ha nevicato. Così, a un certo punto, gli studenti hanno deciso di recarsi a casa della docente spostandosi di diversi chilometri, da Torre Annunziata, dove risiedono, a Vico Equense, in costiera sorrentina, dove vive la professoressa. Non ricevendo risposta al citofono, i ragazzi hanno deciso di chiamare i carabinieri.

L’irruzione nell’abitazione ha consentito di scoprire che la donna era a terra, priva di sensi a causa di un malore, e non riusciva a muoversi. Immediati i soccorsi e il trasferimento in ospedale. Per fortuna, il peggio è passato ed è tornata a casa. Una vicenda che racconta di una storia di amore per la cultura e di rispetto per gli insegnanti: “Le sue lezioni sono racconti nei quali ci presenta ogni giorno un personaggio diverso, come se lo avessimo con noi in aula”, spiega Alfonso, uno dei suoi studenti. Ora i ragazzi aspettano la prof a scuola. “Speriamo torni presto” è il loro auspicio.

bussola-punto-fine-articolo

* Fonte: www.santalmassiaschienadritta.it, la radio scritta. Giancarlo Santalmassi di sé, preferisce ricordare da chi ha imparato il mestiere. I suoi direttori: dal 1969 Lamberto Sechi, che lo chiamò a collaborare al primo magazine italiano moderno da lui fondato e diretto: Panorama. Dal 1975 Andrea Barbato, direttore del TG2. Dal 1991 Angelo Guglielmi, direttore e inventore di un nuovo linguaggio televisivo: quello di Rai3. Dal 1994 Livio Zanetti, che lo chiamò a condirettore dei Gr della Rai. Nel 1999 Ernesto Auci, direttore del Sole24ore, lo chiama a collaborare alla fondazione di Radio24, dove conduce le trasmissioni Viva Voce (talk show politico) ed Hellzapoppin. Nella puntata del 22 marzo 2002 di Viva Voce, l’ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga critica Antonio D’Amato, allora presidente della Confindustria. L’ “incidente” conclude la sua collaborazione alla radio. Nel 2004 per SKY (canale Planet) idea e conduce due programmi: Inside e A schiena dritta. Nel 2005 Innocenzo Cipolletta diventa il nuovo presidente del gruppo editoriale di Confindustria. Pochi mesi dopo rientra da direttore a Radio24. Ne esce nel 2008. Oggi, è ‘caduto nella rete’.

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

graziano-pozzetto-frutti-dimenticati

Non perderti nulla

Iscriviti a "Nel mese", la newsletter 
con le migliori pubblicazioni
di Giannella Channel

La tua iscrizione è andata a buon fine. Grazie!