La vita slow: rallentare
rende più efficienti e felici

Un’autorevole Life & Career Coach, che lavora
con aziende e privati in tutto il mondo,
fornisce risposte e consigli su come abbracciare
una vita più consapevole e appagante

VOGLIA DI CAMBIARE VITA

testo di Mahasti Mohammadi* per Giannella Channel

Ho la sensazione di non avere mai tempo. Lavoro molte ore al giorno, ma non riesco mai a finire quello che si accumula nella mia lista delle urgenze per la giornata. Torno a casa e non riesco a staccare dal telefono, dai messaggi, non riesco neanche a stare seduto sul divano, magari leggendo un libro con mio figlio, senza avere la sensazione che ‘sto perdendo tempo’, che le cose da fare si stanno accumulando, anche le cose che vorrei fare nel mio tempo libero. Tutto è ormai diventato un programma in perenne ritardo, anche la mia vita privata. Come faccio a mantenere un’organizzazione efficiente senza farmi intrappolare da questa sensazione di iperattività?

(Marco, manager, Milano)

In questo contesto di iperconnessione, caro Marco, tutto è diventato e continua a diventare sempre più veloce. La tecnologia ci aiuta tantissimo nello svolgere i nostri compiti lavorativi in modo rapido ed efficiente, ma ci costringe anche a mantenere il suo passo. Un passo che non è più umano, perché è dettato dall’ultimo software disponibile e non da noi.

vivere-con-lentezzaCi troviamo a viaggiare ad alte velocità ma senza una vera direzione, come le foglie di un albero catturate dal turbinio del vento. La sensazione è proprio quella di cadere e di aver bisogno di continuare a muoversi, per non finire a terra.

È questo il vero danno: la nostra mente ha invece bisogno di momenti di inattività per rielaborare quello che ha immagazzinato durante la giornata, per liberare emozioni, sensazioni, idee. Soprattutto idee.

La vita oltre i limiti umani di velocità è tossica, non ci permette di resettare il sistema. Come fare per riportarla a ritmi sostenibili?

Ritmo è la parola chiave: bisogna avere variazioni di ritmo e velocità durante la giornata. Alternare momenti di concentrazione e di pausa. Momenti in cui escludiamo tutte le altre variabili e poniamo la nostra attenzione su un elemento alla volta. Momenti in cui ci scolleghiamo da tutto e, anche se solo per cinque minuti, ci concentriamo solo sul nostro respiro.

Avere momenti slow, lenti, all’interno della nostra giornata impegnativa non ci farà perdere il ritmo e arrivare in ritardo. Al contrario, ci renderà più efficienti. E ci permetterà di vivere appieno i momenti spesi con le persone che amiamo, insegnando loro che la vita può essere anche lenta e renderci felici lo stesso. Forse, di più.

bussola-punto-fine-articolo

Life & Career Coach e Maestra di Meditazione, Mahasti lavora in tutto il mondo con aziende e clienti privati che vogliono fare chiarezza sui propri obiettivi e migliorare la propria vita, professionale e personale. Con un solido background lavorativo nel settore delle risorse umane in grandi gruppi creativi della moda e del design di tutta Europa, Mahasti ha conseguito un MBA presso l’Ecole Nationale des Ponts et Chaussées a Parigi, è Reiki Master Teacher e ha ottenuto il Coach Certificate in Inghilterra. Per saperne di più: www.stillnesslifecoach.com. Hai una domanda per Mahasti? [email protected]. L’illustrazione d’apertura è tratta dal magazine Voglio vivere così dell’associazione “L’arte di vivere con lentezza” (www.vivereconlentezza.it), fondata da Bruno Contigiani, autore del libro “Chi va piano” (Rizzoli).

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

graziano-pozzetto-frutti-dimenticati

Non perderti nulla

Iscriviti a "Nel mese", la newsletter 
con le migliori pubblicazioni
di Giannella Channel

La tua iscrizione è andata a buon fine. Grazie!