E come EMI, Editrice
Missionaria Italiana: da Bologna libri
che cambiano la Chiesa
e il mondo

IL NUOVO ATLANTE DEI PICCOLI EDITORI (13)

a cura di Salvatore Giannella

Ottavio-Raimondo-madre-Teresa-1993-emi-editrice-missionaria-italiana

Padre Ottavio Raimondo, storico direttore della Emi, ripreso nel 1993 con Madre Teresa di Calcutta.

La EMI di Bologna è la casa editrice di 16 istituti missionari cattolici. È nata nel 1973 con l’obiettivo di mettere in atto, nella forma editoriale, l’attività missionaria: per questo, i suoi vogliono essere «libri per cambiare il mondo» (e la Chiesa stessa), assumendo il punto di vista dei Sud e delle Periferie della storia. Il sogno è quello di un pianeta più equo e salubre, i cui abitanti diano vita a società attente ai diritti di tutti, nonviolente e rispettose del creato, dove il dialogo tra le culture e le religioni si pratichi al quotidiano; società aperte, in cui si adottino nuovi stili di vita  (non più consumistici, predatori e individualisti) e si respiri una spiritualità significativa per il nostro tempo. Già negli anni Settanta la casa editrice si fece notare per la divulgazione dei messaggi di Raul Follereau, Gandhi, Madre Teresa, Helder Camara, Pedro Casaldàliga e per i titoli di nuovi profeti di vita e di speranza, da Don Lorenzo Milani a padre Alex Zanotelli.

Da tale visione, ampia ma non generica (e inclusiva) discende l’organizzazione delle collane, che spaziano da quelle di carattere teologico, biblico o antropologico a quelle imperniate sulle nuove frontiere dell’educazione o sulla qualità della vita. Similmente, vari sono i generi letterari in cui tutte queste proposte si presentano: saggistica e biografie, testimonianze e guide pratiche, narrativa e inchieste, libri per i bambini.

emi-editrice-missionaria-italiana-Direttore-Lorenzo-Fazzini

Il direttore Lorenzo Fazzini.

Negli anni, l’EMI ha così pubblicato testi come Nunca más (il rapporto sui desaparecidos in Argentina) o Battesimo di sangue (la drammatica testimonianza di Frei Betto sotto la dittatura in Brasile) e, per restare in Sud America, i documenti della terza Conferenza generale dell’episcopato latinoamericano (Puebla 1979) in anteprima mondiale. Dall’Africa, autori di prima grandezza come Jean-Marc Ela e Joseph Ki-Zerbo; dall’Asia, testimonianze di martiri cinesi o accattivanti meditazioni come quelle che oggi ci offre il dinamico cardinale di Manila, Luis Antonio Tagle.

Lettera a un consumatore del Nord ha inaugurato, nel 1990, il filone delle preziose pubblicazioni di Francesco Gesualdi e del suo Centro Nuovo Modello di Sviluppo, tra cui la Guida al consumo critico, mentre a partire dagli stessi anni Novanta prendevano consistenza le collane sui nuovi stili di educazione curate dal CEM Mondialità; su tutti spicca un titolo, La pedagogia della lumaca di Gianfranco Zavalloni (che accompagnai in un giorno triste nel suo ultimo viaggio dal Brasile nella natìa Romagna, ndr).

Tra le collane più interessanti e accattivanti ricordiamo inoltre quella de gli Infralibri, nata nel 2011 e interamente realizzata in carta paglia. Le pubblicazioni sono in formato tascabile, economico ed ecologico, utile per farsi un’idea esatta su un argomento importante, con lo scopo di migliorare il mondo a partire da sé stessi. Ricordiamo tra i titoli: Sbagliando non s’impara di Michele Dotti; 8 mq al secondo di Domenico Finiguerra; Elogio dell’insicurezza di Lucia Cosmetico.

Emi-editrice-missionaria-italiana-Santo-Padre-Lorenzo-Fazzini-Valeria-Zanna-03-12-2013

Il direttore della EMI Lorenzo Fazzini consegna uno degli ultimi lavori editoriali a Papa Francesco.

locandina-incontro-padre-zanotelli-moni-ovadia-emi-editrice-missionaria-italiana

La locandina dell’incontro tra padre Alex Zanotelli e Moni Ovadia in occasione del 40° anniversario della EMI.

I primi titoli in Italia di e su papa Francesco. L’elezione di Jorge Mario Bergoglio a vescovo di Roma ha inaugurato una nuova stagione. Con il primo papa «missionario» dell’epoca moderna, l’EMI ha ottenuto un implicito riconoscimento alla sua linea editoriale «alternativa». Oltre a pubblicare i primi titoli in Italia di e su papa Francesco, l’editrice ha ritrovato nuova motivazione per riproporre autori e temi relativi alle «periferie esistenziali», metaforiche e concrete, dell’umanità.

Nell’aprile 2013, in occasione del 40esimo anniversario dell’Editrice Missionaria Italiana, sono state realizzate due manifestazioni: il 3 aprile a Verona con un dibattito tra padre Alex Zanotelli e Moni Ovadia sul «mondo che vorremmo», moderato dalla direttrice di Combonifem, suor Elisa Kidané, e all’Università Cattolica di Milano il 10 aprile, con Giuliano Vigini e Toni Capuozzo.

Sul canale YouTube della EMI potete vedere il dibattitto tra Alex Zanotelli, Moni Ovadia e suor Elisa Kidané:

Sede-EMI-Bologna

emi-logoInfo e contatti:

EMI Editrice Missionaria Italiana

via di Corticella 179/4, 40128 Bologna

SUL COMODINO DI MARCO BOSCHINI*

Sbagliando non s’impara: il piccolo e utile

Vangelo laico di un educatore, Michele Dotti

 

Michele-Dotti

Lo scrittore ed educatore Michele Dotti. Lui si presenta così:“Da anni svolgo un’attività educativa nelle scuole attraverso laboratori sull’educazione alla mondialità, all’intercultura, ai diritti umani, alla solidarietà. Incontro ogni anno migliaia di alunni e centinaia di insegnanti nei corsi di formazione in tutta Italia. Mi impegno come volontario da quasi 20 anni nell’Associazione Mani Tese e ho una lunga esperienza di cooperazione in Africa. Ho promosso campagne di sensibilizzazione sul commercio equo e solidale e da anni organizzo esperienze di turismo responsabile in Burkina Faso con l’Associazione T-ERRE. Ho scritto saggi sulle tematiche preferite fra i quali (per la EMI) ‘La tela del ragno’, ‘Non è vero che tutto va peggio’ (con Jacopo Fo) e ‘L’anticasta’ (con Marco Boschini). Sono sposato, ho due figli e mi definirei un ‘sognatore instancabile'”.

“Ci hanno sempre ripetuto che sbagliando si impara e alla fine ci siamo tutti convinti che sia davvero così. Ma se questo fosse vero, dovremmo essere tutti perfetti! Invece continuiamo a ripetere ogni giorno gli stessi errori, senza neppure troppa fantasia. Io credo piuttosto che si impari soprattutto attraverso i successi. Provo a spiegarmi con un esempio semplice, immediato: pensate un po’ a quando abbiamo imparato ad andare in bicicletta, da bambini. Io ricordo ancora quando mio padre mi disse: “Ormai Michele sei grandicello, è ora di togliere le rotelline e provare ad andare senza…”. Sembrava impossibile, vero? Probabilmente, saremo tutti caduti diverse volte prima di riuscirvi. Ma non è grazie a quegli innumerevoli tentativi falliti che abbiamo imparato. Piuttosto è accaduto che a un certo punto, un po’ per caso un po’ anche per fortuna, ci siamo ritrovati quasi magicamente in equilibrio. Certo un equilibrio instabile, ancora traballante, ma sufficiente per farci memorizzare quel successo e imparare a replicarlo, con la voglia di ri-farlo perché ci aveva reso felici”.

E’ tutta qui dentro la filosofia e il senso profondo del libro di Michele Dotti nella collana Infralibri della EMI, “Sbagliando non s’impara – è grazie ai successi che cambia il mondo e cambiamo anche noi”. In questo testo agile ma profondo, si vede tutta l’impronta di educatore di Michele, che semina tra le pagine citazioni e proverbi che accompagnano il lettore in un cambio di prospettiva sorprendente, ma efficace.

Cambiare approccio, dunque, per capire che le cose possono cambiare se siamo noi a farlo, iniziando a percepire ciò che ci circonda in modo diverso. Con un atteggiamento accogliente e inclusivo, con la forza che solo una mente (e un cuore) positiva può mettere in campo per giocare la vita in modo altro.

D’accordo, alla fine della lettura (da consigliare a insegnanti, educatori, genitori, amministratori pubblici) rimangono i problemi, le catastrofi disseminate in giro per il Pianeta. Ma si ha come la sensazione, piacevole e concretissima, che ci sia lo spazio e il tempo per agire, condividendo l’azione in seno alla propria comunità. Praticamente la sensazione opposta al disagio e allo sconforto che una miriade di pubblicazioni di denuncia e inchieste fanno di solito. Allontanando, di fatto, le persone dalla politica. Dall’impegno. Dal cambiamento che può provocare un successo.

Come scrive Michele, citando un detto zen, “il successo nella vita è cadere nove volte e rialzarsi dieci”. Leggetelo, questo libro, ne vale davvero la pena. (Invito cui si associa anche il curatore di Giannella Channel, più volte citato nel libro dal vulcanico autore, Ndr).

* Marco Boschini, 39 anni, coordina l’Associazione Comuni Virtuosi, di cui è co-fondatore. Ha scritto diversi libri tra cui: Nessuno lo farà al posto tuo (EMI, 2013); Viaggio nell’Italia della buona politica (Einaudi, 2012); La mia scuola a impatto zero” (Edizioni Sonda). Questa recensione è apparsa il 17 aprile 2014 sul quotidiano La Stampa.

L’ALBERO DEI GIOIELLI

alberonatalelibri

L’ALBERO DEI GIOIELLI DELLA EMI

I magnifici sette volumi della Casa editrice bolognese per un viaggio privato e misterioso

albero-gioielli-emi

 

    • L’Africa a testa alta di Cheikh Anta Diop di Jean-Marc Ela. Un grande intellettuale “a piedi scalzi” dell’Africa sminuzza per noi il pensiero del padre della nuova egittologia. Cheikh Anta Diop ha dato sostanza all’identità nero-africana.2012 − pp. 160 − € 12,00

 

    • Dio viene sul fiume di padre Piero Gheddo. La biografia di padre Augusto Gianola, il missionario scomodo d’Amazzonia che stregò Enzo Biagi.1999 − pp. 336 − (fuori catalogo)

 

    • Guida al consumo critico del Centro Nuovo Modello di Sviluppo diFrancesco Gesualdi. 6ª edizione per la madre di tutte le guide per consumatori. Non solo risparmiare, ma fare del carrello della spesa uno strumento “politico”.2001 − pp. 592 − € 15,00

 

    • La pedagogia della lumaca di Gianfranco Zavalloni. Libro-cult di educatori e genitori che scoprono che un’altra scuola − lenta e nonviolenta − è possibile. Rispettare i tempi del bambino, praticare la manualità, diffidare delle fotocopie… Due edizioni, tante ristampe, un autore giusto ingiustamente scomparso.2013 − pp. 192 − € 12,00

 

    • Francesco, un papa dalla fine del mondo di Gianni Valente. Quando una piccola editrice si fa in quattro: il primo libro al mondo uscito su Bergoglio, mentre tutti si chiedevano “lui chi è”. Tradotto in otto lingue, croato e coreano compresi.2013 − pp. 64 − € 5,00

 

    • Gli Infralibri,una collana da toccare. Su vera carta paglia, libricini smart per migliorare il mondo a partire da sé stessi. E rovesciando i luoghi comuni: dall’Elogio dell’insicurezza a Sbagliando non s’impara.pp. 64 − € 4,50 o 5,00 cd.

 

  • Soldi e Vangelo di Alex Zanotelli. Il missionario delle periferie e leader di battaglie come quelle contro le armi e per l’acqua pubblica è un autore-testimonial dell’Emi. Qui ci fa toccare con mano il modo in cui Gesù demolisce la dittatura del denaro.2013 − pp. 64 − € 5,00

Author: admin

Share This Post On

1 Comment

  1. L'EMI è la fotografia bella degli Istituti missionari presenti in Italia. L'EMI non è una o più persone. L'EMI è la parola dei missionari che raccontano il vangelo: la bella notizia per il mondo intero. AGURI.

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

graziano-pozzetto-frutti-dimenticati

Non perderti nulla

Iscriviti a "Nel mese", la newsletter 
con le migliori pubblicazioni
di Giannella Channel

La tua iscrizione è andata a buon fine. Grazie!