Rijksmuseum di Amsterdam,
in viaggio nella storia dell’arte olandese
in una sede completamente rinnovata

La meglio Europa

rijksmuseum-amsterdamDall’estate scorsa il Rijksmuseum di Amsterdam, diretto da Wim Pijbes, ha riaperto le porte al pubblico in una sede completamente rinnovata: 80 sale ospitano 8.000 opere d’arte, molto più di quanto anche il più dei più ferventi amanti dell’arte possa apprezzare in una sola visita. La nuova presentazione del Rijksmuseum è come un viaggio nella storia dell’arte olandese dal Medio Evo fino al XX secolo. Per la prima volta i visitatori possono oggi viaggiare attraverso i secoli, assaporando momenti di intensa bellezza e acquistando così una nuova consapevolezza del tempo. La storia dei Paesi Bassi viene presentata in un contesto internazionale, lungo un percorso cronologico allestito su quattro piani.

 

rijksmuseum-amsterdam

Amsterdam: la prossima primavera tulipani del 17° secolo fioriranno nei giardini del Rijksmuseum. Ieri mattina Wim Pijbes (Amministratore Delegato Rijksmuseum) e Bart Siemerink (Direttore Keukenhof) hanno piantato 2.000 bulbi di tulipano di varie specie storiche, come il Lago di Van Rijn del 1620.

Sull’esempio dei francesi

La storia di questo museo parte fin dall’inizio con una grande ambizione: il museo fu fondato nel 1800 a Den Haag (l’Aia), per esporre le collezioni dei governatori olandesi sull’esempio francese; allora noto come Galleria Nazionale d’Arte (in olandese: Nationale Kunst-Gallerij). Nel 1808 il museo fu trasferito ad Amsterdam per ordine di Luigi Napoleone, nipote di Napoleone Bonaparte e così i dipinti di proprietà della città, ad esempio “La ronda di notte” di Rembrandt, divennero parte della collezione. Per soddisfare questo progetto, nel 1863 fu indetta una gara per progettare una nuova sede per il Rijksmuseum, ma nessuna delle proposte fu ritenuta sufficientemente di qualità. Anche Pierre Cuypers partecipò alla gara, ottenendo il secondo posto con il suo progetto. Nel 1876 fu tenuta una nuova competizione, e questa volta Pierre Cuypers vinse: il progetto era una combinazione di elementi gotici e rinascimentali: in quella data la costruzione ebbe inizio.

rijksmuseum-amsterdam-nuova-sede-dipinto

Rinnovato da architetti spagnoli

Sia all’interno che all’esterno, l’edificio venne riccamente decorato con chiari riferimenti alla storia dell’arte olandese. Un’altra gara fu tenuta per queste decorazioni (i vincitori risultarono essere B.van Hove e J.F.Vermeylen per le sculture, G.Sturm per le mattonelle e i dipinti e W.F.Dixon per le vetrate). Il museo fu aperto in questa nuova sede i 13 luglio 1885.

Nel 1890 fu aggiunto al museo un edificio costruito con i resti di alcuni edifici demoliti, in modo da dare uno sguardo complessivo sull’architettura olandese. Nel 1906 fu riscostruita la sala che ospita la Ronda di notte. Successivamente gli interni subirono ulteriori cambiamenti: tra gli anni venti e gli anni cinquanta la maggior parte delle pareti variopinte fu ridipinta e negli anni sessanta furono costruite alcune sale da esposizione e dei pavimenti all’interno dei due cortili. L’edificio ha subito alcuni minori rimaneggiamenti e restauri nel 1984, 1995-96 e 2000, e attualmente è stato ristrutturato e rinnovato basandosi sui progetti degli architetti spagnoli Antonio Cruz e Antonio Ortiz.

bussola-punto-fine-articolo

INFO

  • Indirizzo: Rijksmuseum, Museumstraat 1, 1071 XX Amsterdam, Paesi Bassi
  • Data di apertura: 1885
  • Telefono: +31 20 662 1440
  • Architetto: Pierre Cuypers
  • Direttore generale: Wim Pijbes
Fonte: BlogOlanda

A PROPOSITO

Segnatevi questo nome: Teekenschool,

il più grande centro europeo

per la didattica museale

Il centro di formazione multidisciplinare del Rijksmuseum è ospitato all’interno della Teekenschool, la storica scuola di disegno di Amsterdam. I suoi tre studios moderni ospitano una vasta gamma di attività organizzate sotto il motto: ‘imparare a guardare facendo’

rijksmuseum-amsterdam-nuova-sede-sculturaDopo la ristrutturazione dell’aprile 2013, l’ex scuola di disegno di Amsterdam ha riacquistato la sua originaria funzione di luogo dove le persone possono perseguire e sviluppare i loro talenti. L’edificio è stato destinato a diventare il più grande centro per la didattica museale nei Paesi Bassi e uno dei centri di educazione museale più importanti d’Europa. I suoi spazi ospitano una vasta gamma di attività, organizzate con il motto: ‘imparare a guardare facendo’.

Al suo interno sono ospitate una vasta gamma di attività progettate per i bambini (gruppi scolastici o con le famiglie) che comprende il disegno, l’educazione artistica, il teatro, la fotografia e i linguaggi multimediali.

Oltre alle attività per i bambini, il Rijksmuseum sta inoltre sviluppando un programma di formazione continua per gli adulti, con una vista migliore per arricchire l’esperienza museale per i visitatori di tutte le età.

La Teekenschool è stata fondata nel 1892 e prende il nome dalla sua funzione storica come scuola di disegno antecedente alla Gerrit Rietveld Academy. La sua attività è garantita dall’aiuto finanziario di sponsor come SNS Reaal Fund, VandenBroek Foundation, Louis Vuitton, Stichting Zabawas Foundation e altri generosi mecenati privati.

Info:

bussola-punto-fine-articolo

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

graziano-pozzetto-frutti-dimenticati

Non perderti nulla

Iscriviti a "Nel mese", la newsletter 
con le migliori pubblicazioni
di Giannella Channel

La tua iscrizione è andata a buon fine. Grazie!