Meritano un bravo
questi vigili del fuoco
e gli operatori dei registri catastali

letteraQuesta settimana sono i vigili del fuoco emiliani e gli operatori dell’Agenzia delle entrate per i servizi catastali online a meritarsi le più generose parole da parte di lettori ai direttori di giornali. Ecco le due lettere selezionate per la nostra rubrica “Italiani brave penne”.

 
 
 

  • La stalla va a fuoco, ma arrivano gli eroi
     
    Quante volte abbiamo letto il fumetto, o ammirato al cinema o in tv, le gesta di personaggi della fantasia che, sprezzanti del pericolo, si adoperano per salvare il cittadino… Poi, in un pomeriggio di una torrida estate in cui il sole, implacabile, ha ridotto la campagna a un ammasso di sterpaglie rinsecchite, senti un insolito crepitio e, dalla finestra, vedi la stalla-magazzino adiacente alla casa, avviluppata da alte fiamme.

    Inutile descrivere la concitazione di quei momenti, comunque ti attacchi al telefono e chiami il 115. Al primo tentativo sbagli il numero e poi riprovi cercando quella razionalità che viene a mancarti mentre il fuoco si avvicina sempre di più alla casa. Subito una voce ci risponde e ci rassicura che sta provvedendo. Ma il tempo si dilata, i secondi sembrano secoli, l’incoscienza prende il sopravvento e si vorrebbe tentare di salvare qualcosa che rappresenta il frutto di tanti sacrifici. Ma i pompieri arrivano e prendono in mano la situazione nell’ingrato e pericoloso compito di domare quell’inferno. Dopo ore di frenetiche manovre il peggio è scongiurato, la casa è salva, ne siamo usciti incolumi e lo possiamo raccontare.

    Vorremmo trovare le parole per esprimere tutta la nostra gratitudine a quegli angeli, ma sono loro a ringraziarci perché in quell’arsura, abbiamo offerto di dissetarli…

    Renzo e Nadia Ronchetti, Anzola dell’Emilia (Bologna)
    (il Resto del Carlino)

  •  
     
     

  • Evviva, il catasto online è un servizio perfetto
     
    Da sempre la casa che fu dei miei nonni, poi di mio padre e, ora, mia e dei miei fratelli, nei registri catastali presentava un numero civico errato, mai corretto dopo la nuova numerazione voluta negli anni ’50 dall’amministrazione comunale. Il solo pensiero di andare al catasto di una città dove non vivo mi ha sempre trattenuto dall’operare la semplice correzione. Fino a ieri.

    Ho provato con i Servizi catastali online dell’Agenzia delle Entrate: solo cinque minuti per l’inserimento dei dati identificativi miei e dell’immobile. Subito dopo una mail mi avvisava della “presa in carico” e, dopo appena un’ora, una seconda notificava dell’avvenuta correzione. Ho controllato: tutto vero! Per una volta, lode alla Pubblica Amministrazione.

    Sergio Ferraiolo
    (la Repubblica e il Corriere della Sera)

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

graziano-pozzetto-frutti-dimenticati

Non perderti nulla

Iscriviti a "Nel mese", la newsletter 
con le migliori pubblicazioni
di Giannella Channel

La tua iscrizione è andata a buon fine. Grazie!