In Francia largo ai pensionati che condividono appartamenti

495034290In Francia alcuni imprenditori hanno deciso di investire in un progetto per creare servizi che aiutino a mettere in contatto persone della terza età che vogliano farsi compagnia.

Senza gli impicci burocratici degli alloggi pubblici e senza i costi sempre più alti delle residenze per anziani, il sistema pensato dai francesi utilizza la formula dell’appartamento condiviso, che normalmente viene utilizzato dagli studenti, solo che questa volta si tratta di mettere sotto lo stesso tetto tante teste con capelli bianchi.

Una delle promotrici del servizio è Christine Baumelle, una psicosociologa in pensione che nel 2007 ha creato l’associazione “Le Trame” con lo scopo di aiutare a costituire “unità di vita collettiva tra le 4 e le 8 persone” che lei chiama Cocon3s (il “3 s” indica solidarietà, seniors e single).

C’è anche un sito web e l’associazione organizza in giro per la Francia gli “incontri di case condivise” per mettere in contatto coloro che vogliano convivere con altri anziani.

“Gli appartamenti condivisi tra anziani non hanno nulla a che vedere con quelli degli studenti. I pensionati che si lanciano in questa avventura devono essere pronti a mollare le loro case, separarsi definitivamente da una parte dei loro mobili, e convivere dopo anni di vita solitaria e di abitudini consolidate”, avverte la Baumelle.

Internet è il veicolo condiviso dalle persone interessate a questi tipi di programmi da, soprattutto, donne di circa 65 anni che vorrebbero condividere una casa grande. “Gli uomini si interessano se sono malati…” scherza la creatrice dell’Associazione Le Trame.

Anziani di tutta Italia, che aspettate a imitare gli amici transalpini?

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

graziano-pozzetto-frutti-dimenticati

Non perderti nulla

Iscriviti a "Nel mese", la newsletter 
con le migliori pubblicazioni
di Giannella Channel

La tua iscrizione è andata a buon fine. Grazie!