Per lo stilista Etro, Giacomo Giannella mette in movimento la città dei piatti

Il giovane ideatore di Streamcolors accompagna la sfilata primavera-estate 2015, ispirata ai temi dell’Expo, con visioni tridimensionali ottenute con la “food fashion”

(S.G.) Leggo su Vogue.it un interessante articolo su un’esperienza video tridimensionale interattiva per scoprire le collezioni uomo e donna 2014-2015 di Kenzo. Questa galleria d’arte virtuale dedicata alla moda mi fa affiorare alla mente una recente sfilata primavera-estate 2015 di Kean Etro, lo stilista che, alla vigilia dell’Expo dedicato a “nutrire il pianeta, energia per la vita”, si è ispirato proprio al cibo (per l’occasione preparato da sapienti cuochi pugliesi) per la sua nuova collezione.

kean-etro-passione-bio-la7-citta-dei-piatti

La sfilata, che mi ha visto spettatore incuriosito dalla miscela cibo-moda e glamour technology, è avvenuta un mese fa nel Palazzo del ghiaccio di Milano. A far da sfondo ai modelli c’era la “città dei piatti”, caleidoscopica opera dell’artista digitale Giacomo Giannella, che così viene presentato da Designspeaking:

“Decodificare la realtà in tempo reale si può fare, lo ha capito Giacomo Giannella, digital artist e ideatore di Streamcolors. E lo ha fatto riproponendola sotto forma di complesse strutture tridimensionali navigabili, che lui chiama i Giganti. Si fa così creatore di un’arte astratta, dove il punto di partenza è sempre una fotografia che si trasforma in un’opera pittorica digitale. Visioni in movimento creano configurazioni sempre diverse che hanno fatto da sfondo alla sfilata della collezione maschile primavera/estate 2015 di Etro.

Ad accompagnare le forme di Giannella ci sono le note degli Hang Massive, un punto di svolta nella musica Hang, con cui si identifica il suono proveniente da uno strumento musicale ideato e realizzato a mano in Svizzera. Una fusione con la musica elettronica e gli accordi tipici dell’Hang ha dato vita a un genere unico e irriproducibile che, accordandosi con le geometrie impossibili e le trasformazioni grafiche di Giannella, proietta lo spettatore in un mondo onirico e stupefacente”.


Ecco una sintesi di quel video, che sarà proiettato a Milano durante il prossimo Fashion Film Festival (14-15 settembre).

La ripresa integrale dell’evento è visibile a questo link.

RELATED ARTICLE

MOVING SHAPES. DIGITAL ART FOR ETRO SS15

On Designspeaking.com a special preview of the kaleidoscopic work of Giacomo Giannella, the digital artist who animated the background of Etro SS15

There is a correspondence between the human microcosm and the macrocosm in which man lives, easily found in food culture, which permeates the history of mankind since its early days. On this correspondence is built the relationship between fashion-kitchen, which has fascinated Kean and inspired him in designing the menswear SS15 for Etro. A reflection on how a bio lifestyle, linked to authentic tastes, and to the wonderful colours and articulated forms that accompany them, is now the only possible. So the traditional Etro prints are colored in pasta and piles of raw shellfishes, graphic compositions created with digital images in which royal meals, so Italian in their representation, are transformed into a kaleidoscope of food. And also the checked patterns, more quiet and formal, are the ones of tablecloths, napkins and tea towels of Italian kitchens. A composition that would resume the Arcimboldo’s philosophical accumulation, but interpreting it in the manner of the “Bel Paese”, focusing on that part of culture in which no one has been able to overtake us, and operating a parallelism that elevates to art form both creative disciplines, fashion and cuisine.

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *