La via dei lupi porta a Hollywood: sosteniamo un progetto Grande
(su Giannella Channel)

Dopo aver dato testimonianza di un caso di crowdfunding realizzato con successo nel segno dell’Ubuntu di Mandela (link), Giannella Channel presenta, con le parole di chi ci scrive (il giornalista e scrittore di Torino Carlo Grande, con un antico collaboratore del mio Airone, Fredo Valla: conoscendoli, c’è da fidarsi) un progetto di raccolta fondi (da “crowd”, folla e “funding”, appunto: raccolta fondi) che ci piacerebbe vedere sostenuto e concretizzato. Negli ultimi anni il fenomeno è esploso in America e ora sta contagiando l’Europa e l’Italia. Solo nel 2012, attraverso centinaia di siti specializzati, gratuiti e aperti a tutti, sono stati raccolti online oltre 2,7 miliardi di dollari serviti per finanziare più di  un milione di progetti. In Italia il sito antesignano www.produzionidalbasso.com, fondato nel 2005 da Angelo Rindone, offre spazio gratuito a chi ha progetti da autoprodurre in tanti settori, dai libri all’orto: finora ha raccolto 887.569,18 euro su 356 progetti finanziati*. (s.g.)

La copertina de La via dei lupi di Carlo Grande (Tea 2006, 7.65 €)

La copertina de La via dei lupi di Carlo Grande (Tea 2006, 7.65 €)

Buongiorno,

Undici anni fa, nel 2002, usciva “La via dei lupi” (Ponte alle Grazie e poi Tea), romanzo che senza tanto battage mediatico molti hanno comprato (quasi 25 mila persone finora) e più ancora letto. Anche quel libro, nel suo piccolo, è un simbolo di resistenza.

Fin dalla presentazione, alla Fiera del Libro con Igor Man e Massimo Gramellini, era stato detto che sarebbe stato un gran film.

Noi ci abbiamo provato, ci stiamo provando: con Fredo Valla, amico e regista che non ha bisogno di presentazioni, e Barbara Allemand, abbiamo scritto la sceneggiatura, l’abbiamo fatta tradurre in inglese, l’abbiamo riscritta e l’ho portata a Los Angeles, a Hollywood, l’anno scorso.

Lì mi chiedono un altro intervento: lo script deve essere ancora riscritto, da parte di un autore americano, per adeguarlo ai “format” locali. E questo costa, non moltissimo ma costa: poco più di 5 mila dollari, circa quattromila euro.

Per questo – Fredo e io – chiediamo il vostro aiuto. Anche piccolo: per chi ha amato quel libro forse sarebbe una soddisfazione vederlo sullo schermo, e ricevere qualcosa quando e se (ci auguriamo tutti) verrà fatto. Solo così riusciremo ad andare avanti nel progetto.

Qui in Italia finora è stato impossibile.

Ecco questo è un nostro sogno, che continuiamo a inseguire. Vi saremo grati per ogni offerta, in particolare:

  • chi dona 20 euro avrà il cd
  • chi dona 100 euro avrà cd e citazione nei titoli di coda
  • chi dona 200 euro avrà cd, citazione e posto garantito nel cinema della città in cui vive, per la prima del film

Le donazioni superiori a 20 euro si possono fare acquistando più quote.

Grazie a tutti!

Carlo Grande, Fredo Valla

 

 

Intervista allo scrittore Carlo Grande sul suo primo romanzo “La via dei lupi”, alla trasmissione Rai Unomattina

______________________________

* LA FILIERA (CORTA) DEL FINANZIAMENTO. Per ogni euro versato su un sito di crowdfunding, in media, 91 centesimi arrivano a destinazione. In particolare: 4% è la quota trattenuta dai circuiti bancari; 5% la quota destinata alla piattaforma di crowdfunding; il rimanente 91% è il reale incasso della raccolta fondi.

ALCUNI PROGETTI CONCLUSI CON SUCCESSO IN ITALIA. Il primo aveva come obiettivo di riportare a Torino, a Palazzo Madama, un servizio di porcellana appartenuto alla famiglia D’Azeglio: in due mesi ha raccolto oltre 89 mila euro rispetto agli 80 mila necessari. Il secondo crowdfunding era legato ai fondi per sostenere la produzione delle opere degli artisti presenti alla mostra “Viceversa” alla 55 esima Biennale di Venezia: in 90 giorni sono stati raccolti 178.562 euro, il doppio rispetto agli 85 mila previsti a budget. Mentre lo spettacolo di Shakespeare “Il mercante di Venezia” di Silvio Orlando andrà in scena grazie alla colletta dei 200 cittadini di Paderna, minuscolo paese del basso Piemonte.

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *