Dal Mare del Nord gli auguri di centinaia di coraggiosi, olandesi e non, impegnati nella nuotata invernale del Capodanno (Nieuwjaarsduik)

Tra i tanti auguri ricevuti, ci piace segnalare quelli arrivati da un nostro lettore dalla principale città balneare dell’Olanda, Scheveningen. Qui il primo giorno dell’anno, come consuetudine, i coraggiosi olandesi (e anche molti turisti provenienti dal resto d’Europa) assalgono la spiaggia e sfidando freddo e vento s’impegnano nella nuotata invernale di Capodanno che va sotto il nome di Nieuwjaarsduik.

scheveningentuffo1gen-vi

Qualche parola in più su questa famosa spiaggia con annesso porticciolo di pescatori.

La storia di Scheveningen come località di mare iniziò nel 1818 quando la giunta comunale diede il permesso a Jacob Pronk di aprire uno stabilimento in legno. Lo stabilimento balneare fu costruito nei pressi della sede attuale dell’Hotel Steigenberger Kurhaus. Nel 1820 l’edificio fu sostituito da un’altra struttura in pietra e in stile classico. Iniziò a crescere la concorrenza commerciale e nel 1844 Adrien Eugène Maas divenne il titolare.

In un quotidiano del 10 maggio 1844 fu pubblicato il seguente annuncio: “Fin dal 12 maggio è possibile fare un bagno in mare in acqua calda, a tutte le ore del giorno presso lo stabilimento balneare del signor Maas precedentemente di proprietà del sig Logher”. Nel frattempo, nel 1858 fu fondato l “Hotel Garni”, successivamente nominato il “Grand Hotel” (poi chiuso nel 1970). Nel 1943 il “molo Wilhelmina” andò in fiamme. Negli anni successivi alla seconda guerra mondiale, nel 1961, venne costruito un molo nuovo. La località è oggi molto popolare tra turisti olandesi e tedeschi e possiede anche una lunga storia di visitatori aristocratici. La zona diventa molto affollata in estate, periodo nel quale anche il divertimento notturno aumenta su larga scala.

Diverse le attrazioni turistiche della zona: vi troviamo interessanti musei, come il Museo Beelden aan-Zee, sulla Hartvelstraat, con un assortimento di interessanti sculture moderne e disposto su un padiglione costruito da re Guglielmo I per la moglie malata, Wilhelmina, nel 1826. Il museo espone opere di molti scultori famosi tra cui Karel Appel, Man Ray e Fritz Koenig. Il Museo della pesca, fondato nel 1952, è un museo dedicato alla storia della pesca nel corso dei secoli XIX e XX, focalizzandosi sull’importanza dell’attività nell’economia dei Paesi Bassi.

Il Kurhaus è l’ex stabilimento balneare e sala concerti del 1886, unico resort di lusso del XIX secolo rimasto. E ‘attualmente in uso come hotel di lusso e serve ancora come icona simbolo della stessa località.

scheveningen-spiaggiaIl Duinrell Holiday Park è un parco tematico e offre un mondo di divertimento sia per gli adulti sia per i bambini; comprende anche pernottamento e campeggi. È dotato di una piscina tropicale, ristoranti a tema e una varietà di impianti sportivi tra cui una scuola di sub, noleggio biciclette e una parete da arrampicata. Il parco è raggiungibile a piedi dal villaggio di vacanze Wassenaar ed è aperto ai visitatori tutto l’anno.

Il Sea Life Europe è parte dell’acquario attrazione Sea Life Centre, dispone di una passerella e di una barriera corallina e permette di seguire più da vicino tutti i tipi di vita marina, dai piccoli gamberetti agli squali. Ricrea habitat naturali subacquei il più fedelmente possibile e apre un mondo che una volta veniva esplorato solo da esperti subacquei. L’attuale Pier (molto più di un semplice pontile), di fronte al Kurhaus, venne ricostruito negli anni Sessanta dopo che l’originale XIX secolo venne distrutto dalla guerra. Si compone di due piani, con il superiore all’aperto, e offre una bella vista della costa. All’interno servizio bar e ristorazione.

Madurodam è una città in miniatura situata sulla George Maduroplein 1. Un modello di città olandese su scala 1:25, composta da tipiche costruzioni olandesi e punti di riferimento. Costruito nel 1952, è visitata da decine di milioni di visitatori ogni anno. Prende il nome da George Maduro, uno studente di legge di Curaçao e membro della resistenza olandese contro le truppe naziste.

Per gli appassionati consigliamo anche il Holland Casino Scheveningen (sulla Kurhausweg), con un interessante calendario di spettacoli dal vivo, ristorante e una elegante sala da gioco.

Diversi gli eventi di Scheveningen, tra i quali il noto Festival delle sculture di sabbia e l’Asta delle Aringhe.

PS: Per incontrare l’Italia in Olanda, vedi la scheda relativa nella sezione Italia-Europa: andata e ritorno (link)

Author: admin

Share This Post On

1 Comment

  1. the visitare. visto anni fa. ah, dimenticavo portatevi il costumino per un bagnetto, ocio che l'acqua è freddina…

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *