Qui Bratislava: l’eccellenza della scuola italiana premiata al concorso dell’Unione europea per giovani scienziati

A due ragazze e un ragazzo del “Malignani” di Udine una settimana di stage al Centro Comune di Ricerca di Ispra (Varese). E a due studenti del “Marconi” di Rovereto la partecipazione alla 64a Isef/Intel di Phoenix, Stati Uniti.

La 24a edizione del concorso dell’Unione europea per giovani scienziati si è svolta a Bratislava, in Slovacchia, dal 21 al 26 settembre 2012. C’erano 117 giovani eccellenti, vincitori delle rigide selezioni effettuate da organizzazioni di 36 paesi e dalle scuole europee, tutte valutate e scelte dalla Commissione europea, Direzione generale Ricerca. I progetti in mostra erano 79, tre erano italiani con 6 studenti. Il meglio del meglio di un programma partito almeno un anno fa, che ha coinvolto decine di migliaia di aspiranti scienziati da 24 paesi comunitari e dal resto del mondo. I tre primi premi, da € 7.000,00 ciascuno sono andati a studenti di Irlanda, Polonia e Austria, rispettivamente per fisica, chimica e ingegneria. Interessanti i riconoscimenti dati a due dei tre lavori dell’Italia.

bratislava unione europea concorso giovani scienziati 6 finalisti italiani

Bratislava. I sei finalisti italiani: da sinistra, Giulio Favaro, Luca Passerini, Anastasia Moravskaya, Ilaria Furlan, Sebastian Gregoricchio, Michele Simoncelli

E’ stata un’esperienza straordinaria, oltre ogni nostra immaginazione”, hanno commentato con molta emozione Anastasia, Ilaria e Sebastian del “Malignani” di Udine; sotto la guida dell’insegnante Eliana Ginevra hanno preparato il progetto su un nuovo protocollo per i tumori stromali gastrointestinali e non. Vanno una settimana a Ispra, al Centro comune di ricerca dell’Unione europea.

Più sicura la testimonianza dei due aspiranti ingegneri del “Marconi” di Rovereto: “Partecipare è bello; ma vincere ti fa vivere l’esperienza in modo più arricchente. E ora ci prepariamo con più impegno alla sfida americana”, dicono insieme Luca e Michele. Il premio ricevuto è la partecipazione a Isef/Intel nel 2013 a Phoenix, la più grande manifestazione della scienza e dell’ingegneria del mondo. Sono convinti che la loro Fresatrice CNC, in grado di riprodurre qualsiasi oggetto tridimensionale disegnato al computer, potrebbe vincere nuovamente.

Roberto Negrini

Il successo di Bratislava, 2 progetti premiati su 3 presentati, conferma il buon lavoro della Giuria della Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche (Fast) nello scegliere i finalisti; inoltre, nonostante i discutibili risultati delle rilevazioni internazionali (Pisa dell’Ocse) sull’istruzione in Italia, ci sono molte scuole d’eccellenza che formano ragazzi destinati al successo”, è il commento del presidente della Fast, Roberto Negrini. “Per la Federazione è uno stimolo a fare ancora di più per dare opportunità a giovani in gamba”, ha concluso Negrini.


La Fast ha già pubblicato il bando per l’edizione 2013 de I giovani e le scienze, che si conferma passaggio obbligato per la finale europea del 17-22 settembre 2013 a Praga e per gli altri prestigiosi appuntamenti internazionali: Stati Uniti, Svezia, Brasile, Inghilterra, Abu Dhabi, Belgio…

La data limite per l’invio dei lavori alla segreteria Fast è il 15 febbraio 2013; l’esposizione e la premiazione dei 25 progetti finalisti ha luogo dal 13 al 15 aprile. E vinca il migliore.

Ulteriori informazioni sono sul sito www.fast.mi.it

Contatto

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *